“France vattela a piglia nder c*lo”, “parassita”, “baciami il c*lo”, “la prossima volta che ti azzardi a rispondere a mia moglie…”. Questi gli insulti e le minacce ricevuti in questi ultimi giorni”. A dichiararlo il coordinatore del neomovimento formiano “Left Formia”, Francesco D’Angelis. 

“Quando ho iniziato a fare politica avevo preventivato che sul mio cammino avrei trovato chi non l’avrebbe pensata esattamente come me e persino che qualcuno mi avrebbe insultato. Mai, però, mi sarei aspettato tanto livore, tanto odio.
La giustizia, se sarà il caso, farà il suo corso. Però un paio di cosette voglio dirle:

Vorrei capire cosa direbbero queste persone se ad esser insultati così fossero i loro figli, i loro parenti. Ecco: guardate negli occhi i vostri figli e vergognatevi per l’esempio che date loro e per il male che fate ad altre persone.

Ma ci pensate a quei ragazzi e a quelle ragazze che per atteggiamenti simili sui social si sono suicidati? Pensate al dolore recato a loro ed alle loro famiglie?

Pensate di poter rimanere impuniti a lungo?

Non mi avrete MAI, non sarete voi a mettermi nella gabbia della paura. Anzi: dimostriamo a questi odiatori che NOI, noi che AMIAMO, siamo molti di più”.