MINTURNO, SUICIDIO – Abitava a Minturno in una villetta dirigente aziendale sessantenne originario di Frattamaggiore, nel napoletano, coniugato con docente elementare minturnese.

Lui aveva svolto sino ad oggi una brillante carriera, con trasferimenti in tutta Italia, rientrava il venerdì sera.

Coniugato e padre di due figli, entrambi destinati a brillanti carriere.

Sembra che soffrisse di depressione.

Stamattina la tragedia: ha avvicinato alla tempia la sua pistola regolarmente denunziata e si è sparato.

Inutili i tentativi di soccorso di un equipaggio del 118 che ha cercato di trasferirlo presso un’equipe chirurgica.

L’uomo è morto durante il trasporto, sul posto i Carabinieri della locale Stazione.

Era una persona buona e gentile, sorridente sempre verso i suoi interlocutori.

Nulla lasciava presagire la tragedia.

Il cordoglio nella comunità di Mintruno è unanime e sincera.

Giunga alla famiglia le condoglianze della nostra redazione.