𝐥 𝐂𝐨𝐦𝐮𝐧𝐞 𝐝𝐢 𝐅𝐨𝐧𝐝𝐢 𝐞 𝐥’𝐞𝐦𝐞𝐫𝐠𝐞𝐧𝐳𝐚 𝐂𝐨𝐯𝐢𝐝: 𝐪𝐮𝐚𝐥𝐢 𝐢 𝐩𝐢𝐚𝐧𝐢 𝐝𝐞𝐥 𝐂𝐨𝐦𝐮𝐧𝐞?𝐋𝐚 𝐜𝐨𝐧𝐬𝐢𝐠𝐥𝐢𝐞𝐫𝐚 𝐜𝐨𝐦𝐮𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐝𝐢 𝐅𝐨𝐧𝐝𝐢 𝐓𝐞𝐫𝐫𝐚 𝐍𝐨𝐬𝐭𝐫𝐚, 𝐓𝐢𝐳𝐢𝐚𝐧𝐚 𝐋𝐢𝐩𝐩𝐚, 𝐝𝐞𝐩𝐨𝐬𝐢𝐭𝐚 𝐮𝐧𝐚 𝐢𝐧𝐭𝐞𝐫𝐫𝐨𝐠𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐩𝐞𝐫 𝐜𝐡𝐢𝐞𝐝𝐞𝐫𝐞 𝐥𝐮𝐦𝐢 𝐬𝐮𝐥𝐥𝐚 𝐯𝐢𝐜𝐞𝐧𝐝𝐚

Cosa sta facendo il Comune di Fondi riguardo l’emergenza Covid? Esiste un piano di emergenza integrato? Che cosa è emerso dall’incontro con i sindaci lo scorso 9 novembre?Queste in sostanza i quesìti che il Movimento Fondi Terra Nostra rivolge, insieme alle liste di Riscossa Fondana e La Mia Fondi, al neo-sindaco di Fondi e alla giunta comunale di Fondi.Stamane (12 novembre 2020) il consigliere comunale di Fondi Terra Nostra, Tiziana Lippa, ha inviato via Pec al Presidente del Consiglio Comunale e al Sindaco di Fondi la richiesta di interrogazione a risposta scritta.

“Anche per Fondi questo è un momento di grave pericolo per tutta la cittadinanza a causa della pandemia di Covid-19” scrive nella richiesta la consigliera Tiziana Lippa. “Dunque, un momento in cui i fondani hanno il diritto di essere completamente informati sull’evoluzione del contagio e su quanto l’Amministrazione Comunale stia mettendo in atto, per quanto di sua competenza, per garantire la sicurezza dei propri cittadini”

In particolare, per Lippa, mancano gli elementi essenziali affinchè la cittadinanza possa informarsi sull’operato del nuovo governo della città. “I cittadini hanno il diritto di essere informati innanzitutto tramite il sito comunale che è fermo al mese di marzo, su cui, invece dovremmo apprendere qual è l’evoluzione della pandemia nella nostra città.

Dunque, sarebbe opportuno conoscere il Piano di emergenza integrato elaborato per la Città di Fondi”Infine, la richiesta di conoscere quanto è emerso da una importante riunione tenutasi il 9 novembre scorso tra i sindaci della provincia di Latina, evento dal quale nulle è ancora trapelato dal Comune di Fondi.

“In un momento di particolare emergenza come quello che stiamo vivendo ci si sarebbe aspettato di conoscere cosa è emerso da tale incontro, quali le proposte avanzate dal sindaco Maschietto. Invece, risuona solo un assordante silenzio. Eppure, per prevenire il rischio, arginare la diffusione del contagio e assistere coloro che vengono colpiti dal virus, è necessario informare e istruire la cittadinanza sulle procedure adottate, sulle misure di contenimento e di sorveglianza messe in atto”

7Paolo Parisella e altri 6Mi piaceCommentaCondividi