Itri: arriva finanziamento PNRR per la digitalizzazione – Viva soddisfazione a Itri per il finanziamento ottenuto dal Comune inerente il progetto Next Generation EU finanziato dalla comunità europea tramite i fondi PNRR. Il finanziamento è relativo all’adozione da parte del Comune di Itri dell’App IO per i servizi al cittadino. La somma ricevuta è pari a 17.150 euro e servirà a coprire la prima delle misure pianificate da questa amministrazione per il processo di digitalizzazione, spiega il Sindaco ff Elena Palazzo, assessore al PNRR. Il piano più complesso presentato prevederà diversi altri interventi di cui il Comune ha richiesto i finanziamenti.  Interventi che vanno dall’ Abilitazione al Cloud per le PA Locali all’Estensione dell’utilizzo delle piattaforme nazionali di identità digitale – SPID CIE.

Itri: arriva finanziamento PNRR per la digitalizzazione – A settembre il Comune ha fatto in merito nuove richieste per implementare ancor di più il processo di digitalizzazione, tra cui la “Piattaforma Notifiche Digitali” ed i processi per migliorare l’ “Esperienza del Cittadino nei servizi pubblici”.  La delegata alla digitalizzazione Alessia Mancini spiega in cosa consisterà questo primo step: “L’app Io che in questi anni abbiamo imparato ad usare ad esempio per prenotare i vaccini, verrà implementata anche ai servizi del Comune di Itri. A regime tutti gli uffici comunali che hanno un servizio di sportello al cittadino potranno ricevere le chieste (ad esempio di documenti o certificati) grazie all’App”. Un modo dunque per velocizzare i tempi di richiesta e di erogazione di tutti i servizi comunali. Secondo i piani il servizio potrà iniziare ad essere fruibile in pieno già dal prossimo anno.

ARTICOLO CORRELATO – Itri: Presto inizio lavori per messa in sicurezza aree alluvionate – Il Sindaco facente funzioni Elena Palazzo ha incontrato ieri l’Ing. Wanda D’Ercole Direttore regionale lavori pubblici e difesa del sottosuolo della Regione Lazio. Obiettivo dell’incontro era la pianificazione degli interventi a breve termine che mirano a superare la situazione di pericolo venutasi a creare a seguito dell’alluvione dello scorso anno. Allo stesso modo si procederà con il ripristino delle vie interdette. Clicca qui per continuare a leggere l’articolo.