Immagine di repertorio

Ponza, perquisizione domiciliare: i carabinieri trovano marijuana e hashish – Proseguono con incisività i servizi del controllo del territorio posti in essere dalla Compagnia Carabinieri di Formia, su disposizione del Comando Provinciale Carabinieri di Latina, finalizzati alla prevenzione dei reati in genere, con particolare riferimento a quelli contro il patrimonio, la persona ed in materia di sostanze stupefacenti. Nello specifico, i militari della:

Ponza, perquisizione domiciliare: i carabinieri trovano marijuana e hashish – Comando Stazione CC di Ponza hanno denunciato due persone rispettivamente cl. 01 e 90 dell’isola per detenzione illecita di sostanza stupefacente, nello specifico grammi 76 di marijuana e grammi 1 di hashish, rinvenuta nel corso di perquisizione domiciliare.

ARTICOLO CORRELATO – ARTICOLO CORRELATO – Scauri: Carabinieri hanno tradotto a Isernia ventunenne di Minturno più volte evaso dai domiciliari: Proseguono con incisività i servizi del controllo del territorio posti in essere dalla compagnia carabinieri di Formia, comandata dal dinamico Maggiore Michele Pascale, finalizzati alla prevenzione dei reati in genere, con particolare riferimento a quelli contro il patrimonio. a conclusione di mirata attività investigativa da parte dei militari della compagnia carabinieri di Formia, sono stati raccolti e sottoposti al vaglio dell’autorità giudiziaria di Cassino una serie di elementi a carico di alcuni soggetti ritenuti autori di recenti reati contro il patrimonio. Nello specifico, i militari del comando stazione cc di Scauri di Minturno hanno tratto in arresto in ottemperanza all’ordinanza di custodia cautelare in carcere una persona cl. 01 di Minturno per evasione. il provvedimento cautelativo è scaturito a seguito dei vari riscontri operati dai militari dell’Arma attraverso cui veniva appurato che il prefato violava il regime coercitivo impostogli allontanandosi dal proprio domicilio senza alcuna autorizzazione in più circostanze nell’ultimo bimestre. l’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Isernia. Clicca qui per continuare a leggere l’articolo.