Un momento di gioia per la scuola cittadina: è rientrata al lavoro alla sua scrivania il dirigente scolastico avvocato Maria Rosaria Graziano, che ha avuto il dovuto riconoscimento della sua indubbia competenza e professionalità.

In questi ultimi due anni – come consentito dal Ministero competente – ha conseguito con successo il dottorato di ricerca nel corso di laurea in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale.

Opportunità che la legge consente ai dirigenti scolastici una volta sola durante la carriera dirigenziale.  

Ha debuttato nel suo rientro partecipando alla Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera, che ha avuto luogo nella mattinata del 17 Marzo, con una videoconferenza che ha coinvolto le scuole di ogni ordine e grado dell’Istituto Comprensivo Marco Emilio Scauro di Scauri.

L’evento di commemorazione, fortemente voluto ed organizzato dalla stessa dirigente scolastica, ha interessato in una partecipazione alternata tutti i plessi, garantendo quindi ad ognuno uno spazio dedicato alla riflessione condivisa.

La preside, rientrata in sede, ha rivolto il suo saluto accogliendo gli alunni, i genitori e i docenti intervenuti; nel sottolineare il significato di questa data storica, ha rievocato gli eventi ed i valori che hanno condotto all’Unità d’Italia.

Ha così evidenziato l’importanza del credere in un ideale, dell’essere uniti nel superare le difficoltà, un tempo, come oggi, in questo periodo in cui la gestione della pandemia ci vede coinvolti tutti insieme nel cogliere le positività, nell’andare avanti, in un periodo in cui siamo privati di molte nostre libertà.

Il Presidente del Consiglio d’Istituto il dinamico Pasquale Signore, nel rappresentare i genitori, ha ringraziato tutti loro ed in particolare i rappresentanti di classe per la fattiva collaborazione e ci ha tenuto a congratularsi con gli alunni per come stanno affrontando il nuovo modo di fare scuola, sia in presenza che a distanza.

Ugualmente apprezzati gli interventi delle autorità intervenute, il sindaco dottor Gerardo Stefanelli e la professoressa Mimma Nuzzo, assessore alla cultura e pubblica istruzione.

I loro discorsi sono stati centrati sull’importanza dell’unità nazionale; tutti gli alunni sono apparsi coinvolti e motivati nel voler festeggiare il compleanno della propria nazione.

Il senso della partecipazione corale può sintetizzarsi nelle parole di un bambino che con semplicità ci ha tenuto a farsi ascoltare, per dire che tutti erano lì connessi in realtà per festeggiare con gioia la gloria della nostra Italia.

Nei commenti dei partecipanti l’apprezzamento generale per questa iniziativa organizzata dalla dirigente scolastica a soli due giorni dal suo rientro, con impulso a rendere il mondo – scuola attivo e collaborativo.

La redazione della nostra testata giornalistica augura, con la stima di sempre, buon lavoro alla protagonista della scuola scaurese.